Nel 1995 nasceva questa Compagnia. Il progetto consisteva nel costruire un nuovo Teatro, frutto della fusione delle varie discipline, aperto alle novità tecniche, capace di sperimentarsi ovunque, soprattutto nei grandi spazi, oltre quelli canonici del teatro. Un teatro fisico in un teatro allargato, dove la platea e la scena acquistano misure inimmaginabili: en plein air, appunto. Da un primo nucleo, Diableries Teatro, le cui diavolerie hanno scardinato un tipo di teatralità urbana con il movimento, la danza e la musica, è nata Efesto Theatre che prima vi ha aggiunto acrobazie ed uso estremo di tecnica, come immagini, luci, effetti speciali, e poi – nelle ultime produzioni – si è cimentata con la parola, il testo recitato, suonato e cantato dal vivo. Sempre attraverso l’anima del dio antico Efesto, che forgiava preziosi monili ed armi per l’Olimpo. Incanto, emozione, storie che scaturiscono dal profondo magmatico di una memoria antropologica viva.

 

 

Atlante e il firmamento delle Stelle

Atlante era il Titano costretto da Zeus a sorreggere l’universo sulle spalle, dopo che questi aveva imposto un suo nuovo ordine nella teocrazia celeste: dèi nuovi che soppiantano i vecchi, ne rubano le immagini o le caratteristiche, le spose o l’onore.

Solo così gli antichi potevano darsi una ragione di quanto avveniva nel firmamento: nella fissità della ragione, essi percepivano il moto delle stelle e delle epoche e ad esse davano immagini antropomorfe.

Con lo sguardo al cielo, vedevano danzare nel firmamento, insieme alla Luna ed al Sole, Marte, Mercurio, Giove, Venere e Saturno. Il punto di vista dalla Terra e ad essi furono abbinati colori, comportamenti, caratteristiche umane che hanno resistito al sovrapporsi delle religioni e dei secoli. Tutto questo vede Atlante, costretto nell’indicibile sforzo di sostenere l’universo, immobile come un firmamento o come una catena montuosa. Vede e prevede, come suo fratello Prometeo: annuncia un Nuovo Ordine, un nuovo secolo dove le vele della ragione porteranno lontano verso i nuovi lidi del sapere.

Sarà una nuova epopea, quella dei grandi viaggi, a stabilire nuove frontiere anche per il cielo. Solo allora Atlante si scrollerà di dosso il fardello di una pena che la fissità della ragione umana gli aveva affidato, lui ultimo dio sopravvissuto ai tanti, troppi tumulti dei cielo.

 

Galleria fotografica Ph. G. Di Marcantonio

 

 

 

Partners Istituzionali

Camera di commercio
Consorzio B.I.M ...
Comune di Mosciano ...
Provincia di Teramo
Fondazione Tercas
Regione Abruzzo

L'edizione 2018 del Montone Festival Tra il Sole e la Luna è stata realizzata anche grazie al sostegno accordato dalle sottoelencate aziende cui va il nostro più sentito ringraziamento. 

 

 

 

 

pro-loco-montone

Ultimi Tweets

Alcune foto Festival 2016

Contatti

Address:Piazza del Castello snc
64023 - Mosciano Sant'Angelo (TE)

PI: P. Iva 00805980679

Email: proloco.mnt@gmail.com